Campione Riciclaggio Materiali inerti - Valle Ufita - Flumeri - Avellino
 

"Si tratta in pratica di un'attività tendente ad utilizzare tutti i materiali derivanti da scavi, rifacimenti, restauri, costruzioni, demolizioni e così via al fine di poter produrre pietre, pietrame, ferro e altri materiali minori che potranno essere riutilizzati.."

 
 

GESTIONE DEI RIFIUTI
L'art. 184 del Decreto Legislativo 152 classifica i rifiuti in base alle loro caratteristiche, definendo precisi gruppi di appartenenza: secondo l’origine (rifiuti urbani e rifiuti speciali!) e secondo la pericolosità (rifiuti pericolosi e rifiuti non pericolosi). 

 
   
  [1] 2 3 4 5  
 

LA GESTIONE DEI RIFIUTI PER LE IMPRESE
La gestione dei rifiuti rappresenta allo stesso tempo un Impegno notevole e non facilmente comprensibile per tutte le imprese. Tale materia, infatti, disciplinata per tanti anni dal cosiddetto Decreto Ronchi, è oggi regolamentata dalia parte quarta de! D.Lgs. 152 dei 3 aprile 2006, noto come Nuovo Testo Unico Ambientale. Detto provvedimento risulta tuttora non immediatamente interpretabile per i non addetti ai lavori, a causa dell'emanazione e della successiva abrogazione di numerosi Decreti attuativi di molte misure previste dal Nuovo Testo Unico Ambientale. In attesa di una definizione precisa delle procedure da attuare, è sicuramente opportuno approfondire alcune delle principali questioni relative.
La "gestione dei rifiuti" ha come fine ultimo quello di assicurare la protezione dell'ambiente attraverso un complesso di adempimenti a carico delle imprese produttrici di rifiuti, che necessariamente sono sottoposti a controlli che fanno riferimento alla specificità dei vari rifiuti prodotti.
I rifiuti, infatti, devono essere recuperati o smaltiti senza pericolo per la salute dell’uomo e senza usare procedimenti o metodi che potrebbero recare pregiudizio all'ambiente; in particolare:

1. senza determinare rischi per l'acqua, l'aria, il suolo, nonché per la fauna e la flora;
2. senza causare Inconvenienti da rumori o odori
3. senza danneggiare il paesaggio e i siti di particolare interesse, tutelati in base alla normativa vigente.


In virtù di questo, la gestione dei rifiuti si basa sui principi di precauzione, di prevenzione, di proporzionalità, di responsabilizzazione e di cooperazione di tutti i soggetti coinvolti nella produzione, nella distribuzione, nell'utilizzo e ne! consumo di beni da cui originano i rifiuti, nel rispetto dei principi dell'ordinamento e comunitario. La parte quarta del D.Lgs. 152 del 3 aprile 2006, inoltre, disciplina la bonifica dei siti inquinati anche in attuazione delle direttive comunitarie sui rifiuti, sui rifiuti pericolosi, sugli oli usati, sulle batterie esauste, sui rifiuti da imballaggio, sui policlorobifenili (PCB), sulle discariche, sugli Inceneritori, sui rifiuti elettrici ed elettronici, sui rifiuti portuali, sui veicoli fuori uso, sui rifiuti sanitari e sui rifiuti contenenti amianto.

 
 
 
  I Nostri Servizi  
  Transporto  
  Materiale edile  
  Raccolta  
  Demolizioni  
  Campione s.a.s.
di Granaudo Michele & C

Area Industriale A.S.I. ,
Valle Ufita - 83040 Flumeri (AV)
tel.: +39 0825 443166
fax:+39 0825 172 06 53
web: www.campionericiclaggio.it
mail: info@campionericiclaggio.it
P.Iva 02113740647

Iscritta - Impresa di Riciclaggio n°31 del 19/12/2002 della Prov. di Avellino
 
 
 
 
 
   
All right reserved Campione s.a.s - Copyright © 2007 | info@campionericiclaggio.it | P.iva 02113740647 powered by e-direct